Vai al contenuto

“La Ferita” del mondo dell’arte, JR a Palazzo Strozzi

La Ferita di JR

Anche oggi parliamo di arte contemporanea e in particolare dell’opera realizzata da JR sulla facciata di Palazzo Strozzi a Firenze: “La Ferita“.

Ma partiamo dal principio. Chi è JR?

Artista JR
JR ©Wikipedia

Jean René (il cognome non è mai stato svelato), in arte JR, è un artista francese noto per l’uso del collage fotografico, tecnica che caratterizza il suo stile.

Ha creato in tutto il mondo (New York, Rio de Janeiro, Messico, Parigi, etc) opere originali di grande impatto visivo, distinguendosi per una forte connotazione pubblica. I luoghi e i contesti che sceglie sono sempre diversi: favelas, piazze, prigioni, sostenendo di avere “la più grande galleria d’arte immaginabile: i muri del mondo intero”.

Oggi, 19 marzo 2021, Palazzo Strozzi a Firenze si mostra con una facciata diversa, infatti è stata scelta da JR per la sua installazione site specific.

Cosa rappresenta l’opera?

La Ferita” vuole essere una riflessione sull’accessibilità dei luoghi della cultura in questo particolare momento storico. A causa del Covid-19 la cultura è negata al pubblico e attraverso questo spaccato, questo squarcio, JR vuole portarci dentro al mondo dell’arte, mettere in evidenza la sofferenza che sta vivendo il sistema artistico.

JR, "La Ferita", Palazzo Strozzi
JR, “La Ferita”, Palazzo Strozzi ©theartnewspaper

È un’opera pubblica, quindi aperta a tutti. È un’arte di partecipazione, tutti la possono vedere e tutti possono dare la propria interpretazione. È una ferita che risveglia in noi delle sensazioni, delle emozioni personali.

Davanti a quest’opera ci può passare chiunque. C’è chi è lì appositamente per fare una foto, oppure c’è chi se la trova davanti mentre sta andando al lavoro, o addirittura ci si imbattono persone che non hanno mai pensato di entrare in un museo. Tutti possono dare una lettura differente, ognuno ha la sua storia, ci sono un’infinità di soluzioni.

JR vuole incuriosire i passanti a vedere cosa c’è oltre quella ferita che mostra in parte l’interno delle sale di un luogo ormai chiuso da mesi.

È un’installazione site specific e time specific perché riflette sul luogo, l’emblema dell’arte, della storia dell’arte, e riflette sul nostro tempo vissuto nel dramma della pandemia.

Interessante è che all’interno di questa ferita non sono raffigurate persone, ma solo le opere note dei musei fiorentini. Questo perché le persone sono nella strada. JR l’ha definito come “un gioco nella strada“, cioè ognuno può scegliere un punto della strada da dove fotografare l’opera, scegliere il proprio punto di vista: questo è il pubblico della strada.

Secondo l’artista in questo momento particolare bisogna trovare il modo per condividere l’arte, soluzioni alternative, online o in modo pubblico come in questo caso.

“Siamo feriti, ma non siamo arresi”!!!

JR a Palazzo Strozzi
JR a Palazzo Strozzi ©PalazzoStrozzi

Palazzo Strozzi con questa collaborazione continua nel suo progetto di creare un dialogo tra l’arte antica e il contemporaneo (altri esempi sono lee mostre su Marina Abramovic, Tomás Saraceno, Marinella Senatore).

L’installazione di JR sarà visibile fino al 22 agosto 2021.

L’iniziativa è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Andy Bianchedi in memoria di Hillary Merkus Recordati.

Secondo te come si può condividere l’arte in questo momento difficile?

Francesca B.

P.S. Questo post era già stato pubblicato nel mio vecchio blog in data 19/05/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *